Crissier, 18 marzo 2019 – McDonald’s vuole rendere la vita più facile e piacevole ai suoi ospiti, e questo vale anche per le persone con intolleranza al glutine. Per questo motivo, l’azienda di ristorazione ha ottimizzato il suo assortimento senza glutine e ora offre tre burger con pane senza glutine: burger, cheeseburger e doppio cheeseburger. I panini a lievitazione naturale a base di farina di riso e amido di mais sono prodotti dall’azienda Dr. Schär, leader di mercato per i prodotti senza glutine, e portano il marchio di qualità senza glutine.

Vi segnaliamo con piacere, che il prossimo aprile apparirà la prima rivista svizzera dedicata all’alimentazione senza glutine.

Sans Gluten, variante della rivista di Betty Bossi, uscirà 10 volte l’anno e offrirà molte ricette di stagione e tanti buoni consigli; è indicata soprattutto per le persone celiache e a chiunque desideri alimentarsi senza glutine.

Diversi nostri associati ci hanno segnalato che, in occasione del passaggio da una Cassa malati a un’altra come pure in caso di aumento delle prestazioni assicurate, sono state applicate delle riserve relative alla celiachia nell’ambito delle assicurazioni complementari (assicurazioni integrative all’assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie).

Il nostro Gruppo ha quindi svolto un’indagine, dalla quale è risultato che le Casse malati possono ef- fettivamente applicare delle riserve relative alla celiachia nelle assicurazioni integrative. L’esclusione di prestazioni è in particolare possibile per l’assicurazione complementare ospedaliera nel reparto privato o semi privato, per la cura medica per prestazioni speciali, per quella di preven- zione e complementare, per le cure di lunga durata, per i costi di trattamento ospedaliero e per le in- dennità giornaliere e ospedaliere.